mercoledì 17 marzo 2010

Don Cherry - Eternal Rhythm (Universal - 1968)


Prima di tutto c' è l' artista.
Chi ascolta subisce il suo lavoro, immobile, spesso estasiato, a volte deluso oppure sorpreso.

L' unico modo per rubare un pezzetto di opera è farla tua!

Come ?..Collegala agli stati d' animo.
Ricama, ecco.
La tua vita e,
Quella musica.
Ed è così che l' artista inizia a dialogare con noi e solo con noi.

Ehi Mister Cherry c' è un sacco di confusione intorno a noi !..quante voci, ..troppe!.. Non c' è modo di farle abbassare ?..
Il Don: "No, non c' è modo. Tutti hanno qualcosa da dire. E vogliono dirla tutti insieme. Mille voci come mille colori. Tutti i colori uniti trascendono verso il bianco creando quel ricco neutro coprente. Tutte le voci confluiscono dentro il rumore,... bianco anch' esso. È l' umanità."

Ma che messaggio è mai questo ?..
Non si comprende niente, le frasi si sovrastano.....aspetta, ecco.. se tolgo la musica di Glass a Koyaanisqatsi ci sono...si!..brulica l' umanità e il tempo che corre, veloce!....questi suoni hanno un odore !..(nel film era tutto così volutamente asettico)...la vita puzza cari miei !
Ah!..l' odore acre e viziato si aggruma e non si annienta. Noi addomestichiamo l' essere lavando spesso il corpo..ma alla fine siamo come bestie..
Il Don: "Lassù, sulla collina, ogni giorno è così. Le Mille voci che arrivano dal basso si annebbiano nel rumore. Ma se riesci a salire sulla vetta della montagna, sopra le nuvole, sentirai una singola voce che soffia melodie. Sola, pura e vivace."

Personnel:
Don Cherry - Trumpet, Flute, Cornet
Albert Mangelsdorff, Eje Thelin - Trombone
Bernt Rosengren - Clarinet, Oboe, Flute, Sax Tenor
Arild Andersen – Bass
Sonny Sharrock – Guitar
Karl Berger, Joachim Kühn - Piano, Vibraphone
Jacques Thollot - Drums, Voices, Bells, Gong

Track Listing:
01 - Eternal Rhythm Part I
02 - Eternal Rhythm Part II

YOUTUBE VIDEO 1
YOUTUBE VIDEO 2

4 commenti:

il giardino di enzo ha detto...

Don Cherry è veramente grande.

leolips ha detto...

Ciao Paolo!..
Questo disco di Cherry anche se mi ha fatto elucubrare un pò, nella mia classifica stanzia al numero 2, il primo è "Brown Rice" davvero fantastico.
Ma i Morti Riconoscenti li hai sentiti ?

il giardino di enzo ha detto...

Di Don (:) ho parecchia roba, i Codona, Brown Rice, Sweden recording and many other.
Certo che ho sentito i Morti Riconoscenti. A palla, obviously!

UNFOLK ha detto...

Ciao e complimenti per la segnalazione. Questo é un grande disco anche se, personalmente, reputo "Relativity Suite" (JCOA), "Brown Rice" e il lato sul live "Actions" i suoi capolavori della maturità. E che dire della trilogia CoDoNa? La sua opera é troppo vasta e merita un approfondimento serio... per il sottoscritto Don é sicuramente al centro di un ideale trio di geni Afroamericani assieme a Sun Ra e Miles Davis. Il prossimo nostro progetto (come Collettivo UNFOLK) sarà proprio un Omaggio a Don Cherry; inizieranno presto le registrazioni. Nel frattempo volevo pubblicare un paio di belle foto su facebook: con il tuo permesso inserirò questa bellissima e coloratissima immagine (e i relativi credits).
Saluti da Venezia
Unfolk :: Alessandro Monti