giovedì 12 novembre 2009

Relatively Clean Rivers - Relatively Clean Rivers (1975 Radioactive Rec)

Per chi ama i suoni west coast come me questo disco è pane per i suoi
denti.
Phil Pearlman è il guru della comune hippie, proveniente dal gruppo Beat of the Earth. In questo disco datato 1975 non c' è niente che non si sia già ascoltato nei vari Crosby-Kaukonen-Garcia. È solo un ulteriore canto del cigno, un altro manifesto di famiglie riunite nella e per la musica.
Difficile trovare ancora questi suoni negli anni successivi. I Relatively Clean Rivers sono musicisti bagnati dall' emozione di essere parte di un disegno di vita non ancora spento. Canyon, fattorie nel deserto, polvere e musica.
"Easy ride" potrebbe benissimo essere un outtake di American Beauty dei Dead, con riff stile "americana". E' un pezzo che si plasma bene davanti ad un lungo serpente di asfalto.
"Journey through the valley of O" è una ballata desertica, canto sussurato sopra un ipnotico giro di acustica e un finale di note acide per due chitarre elettriche.
"The persian caravan" e "A Thousand Years" percorrono la strada dei Kaleidoscope con banjo stregato dalle scale orientali.

Personnel:
*Phil Pearlman: guitar, bass, vocals, flute, harmonica and synthesizer
*Kurt Baker: guitar, vocals
*Dwight Morouse: drums, effects

Additional Accompaniment:
*Hank Quinn: drums on persian caravan
*John Alabaster: conga on persian caravan

Tracklist:
01. Easy ride
02. Journey through the valley of O
03. Babylon
04. Last flight to Eden
05. Prelude
06. Hello sunshine
07. They knew what to say
08. The persian caravan
09. A Thousand Years







5 commenti:

varo ha detto...

bellissimi grande leo

varo ha detto...

davvero fantastici

varo ha detto...

li ascolto a ripetizione... sono favolosi..

leolips ha detto...

Piacciono tantissimo anche a me..
Un bel gruppetto!

Anonimo ha detto...

sempre più orgoglioso di te..mi dai tante soddisfazioni!! ;)
nick